19 luglio 2018

Domani tornerò in via D’Amelio. Come tutti gli anni. A leggere il mio ” GIUDICE PAOLO”. Subito dopo il minuto di silenzio.

Come ogni volta saranno brividi sulla mia pelle, lacrime a fatica trattenute: “… Ti giuro Giudice Paolo, dagli occhi di miele e mestizia, che noi ti faremo giustizia…”^