VITA

20181127_114655.png

Metti in gola improvviso
a un passero estraneato
un poema gentile
che interseca l‘azzurro
dopo avermi indagata
{svegliata nel profondo,
stuzzicando memorie).
Tra tempeste diverse,
da quel canto,
ti riconosco,
vita!

GRANI

 

20181113_181512

Sgranava mia nonna
melagrane
nei pomeriggi che guardavano lievi
più l’estate trascorsa
che il freddo da venire.
Sgranava rubini vivi
e storie
racconti lontanissimi nel tempo
tanto veri da non sembrare veri.
Nei riflessi, in quei giorni,
tra le vermiglie dita
era il rosario intenso
della sua fede:
della fede nostra
nella vita.

20181113_181752

Foto-marilenamonti

Un raggio di sole

 

 

20180801_184838.jpgChi, mi chiedo, è riuscito a raccontarla in una sintesi perfetta, meglio di lui? La vita, dico. Salvatore Quasimodo, dico.
Certo straordinario è quel “ognuno sta solo sul cuore della terra” del primo verso. Così come lo è “ed è subito sera” che chiude. Ma ciò che mi  sconvolge sta nel ” trafitto da un raggio di sole”. Avevo 12 anni quando ne rimasi davvero folgorata e ancora, tutti i giorni, quel verso contrassegna le mie giornate. Come la preghiera del mattino e della sera, un mantra o come un ritornello che non ci abbandona mai. Perché trafitti da quel raggio di sole, lo siamo tutti. Dal primo respiro, dal primo inconsapevole sguardo sul mondo, appena fuori dal complicato travaglio del nascere, del primo grande abbandono.
Quel raggio di sole ci trafigge di bellezza, speranza, ci guarda nelle cadute e nelle riprese del viaggio. Ci osseva in attesa dei nostri difficili o impossibili cambiamenti. Ci orienta: esso è la meta. Ma ci disorienta, anche. È la bellezza inesprimibile della Vita. Non può non trafiggerci. Come una spada dolorosa e dolce. E mi sono chiesta, giorno per giorno ( sola sul cuore della terra…) se ci fosse un sinonimo per sostituire il “trafitti” del nostro Premio Nobel per la poesia. No, non c’è. Io non l’ho trovato. E ne sono trascorsi di anni!
La bellezza, lo stupore non possono che trafiggerci, nel più profondo dell’anima. Tanto di più giacché  ognuno sa che sarà subito sera…

Foto- marilenamonti